Come fare per


Apostille e legalizzazioni
A chi rivolgersi

Segreteria Affari Civili Ufficio Contabilità e spese di giustizia

Piano: Quinto
Stanza: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6
Attività svolte:
  • Tenuta del registro Mod. 1/AS/G;
  • Liquidazione delle spese di giustizia;
  • Adempimenti di competenza del Funzionario Delegato;
  • Adempimenti fiscali;
  • Servizi civili;
Telefono: 070/60222844;
070/60222836
Fax: 070/60222845
Personale Amministrativo:

I dati sono visualizzati nel seguente ordine: incarico, qualifica comprensiva della fascia economica, nominativo

  • Dott.ssa Maria Muredda (Direttore Amministrativo)
    Incarico: Responsabile
    Stanza: 4
    Telefono: 070/60222843;
    Fax: 070/60222845;
    Email: maria.murredda@giustizia.it;
  • Dott. Stefano Piras (Funzionario Informatico)
    Incarico: Addetto
    Telefono: 070/60222844;
  • Dott.ssa Maria Paola Contu (Funzionario Contabile)
    Incarico: Addetto
    Telefono: 070/60222841;
    Fax: 070/60222845;
  • Dott. Simone Giuseppe Latte (Cancelliere esperto)
    Incarico: Addetto
    Piano: 5°
  • Dott.ssa Angela Scanu (Assistente Giudiziario)
    Incarico: Addetto
  • Sig. Francesco Sgro' (Operatore Giudiziario)
    Incarico: Addetto
    Piano: 5°
    Stanza: 5
Altre Informazioni

La legalizzazione può essere ordinaria o con apostille, in base alla Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961, che ha stabilito una procedura semplificata per la legalizzazione degli atti pubblici in Paesi diversi da quelli in cui gli atti sono stati emanati. Gli atti pubblici che devono essere presentati in un Paese straniero firmatario della predetta Convenzione, vengono autenticati, tramite l’apposizione di una particolare attestazione, detta apostille, che, in base all’art. 3, attesta la veridicità della firma, la qualità in cui il firmatario dell’atto ha agito o, se il caso lo richiede, l’identificazione del contrassegno o del timbro da cui tale atto è segnato.

In Italia la competenza per la legalizzazione o l’apostille è ripartita tra la Prefettura e la Procura della Repubblica territorialmente competenti in relazione al luogo di emissione dell’atto o nel quale ha sede l’ente che lo ha prodotto. 

  • Rivolgersi alla Procura della Repubblicaper atti firmati dai Notai e dai Funzionari di Cancelleria, come ad esempio i certificati del casellario giudiziale e dei carichi pendenti.
  • Rivolgersi alla Prefetturaper apporre il timbro di legalizzazione/apostille su documenti emessi dai comuni, documenti scolastici ed ogni altro atto amministrativo in genere.

 

Chi può richiederlo?

Direttamente l'interessato (la Prenotazione può essere depositata anche da persona da lui delegata) che deposita l’atto originale da legalizzare direttamente in cancelleria.

Dove?

Segreteria Affari Civili
Piano: Quinto

E' necessario richiedere un appuntamento 

PEC: civile.procura.cagliari@giustiziacert.it.

 

Cosa serve?
  1. Deposito dell’atto originale da legalizzare